JuliaDream

Pink Floyd Tribute

JuliaDream website version 4!

Diego - Bass Guitar

Anno di nascita: 1978
Strumento: Basso

Estate 1987: il solito caldo afoso della ridente valtrompia , 9 anni compiuti da poco, pochi soldi in tasca e l’ansia per uno dei primi importanti acquisti... qualcosa di decente per ascoltare le mie (all'epoca) poche cassette.

Detto fatto, con il mio migliore amico mi reco all'unico grande supermercato relativamente vicino (mica come adesso che ce n'è uno ogni paese) e affronto la bellezza di 40 minuti in pulmann per arrivare a destinazione.

Spendo tutto quello che ho e mi compro un walkman con tanto di tasto dei megabassi e dolby! figata, peccato che non mi rimane una lira per comprarmi una cassetta per inaugurarlo e allora... la cassetta decido di portarmela via a gratis (lo spirito era già rock & roll), insomma la rubo, va bè, chi di noi non l’'ha mai fatto una volta?! (e poi almeno per una volta le unghie lunghe che uso a suonare la chitarra classica mi sono servite a qualcosa di veramente utile... staccare la linguetta magnetica!!!)
E quale cassetta migliore se non “"The wall"”!?! Oh finalmente direte voi, così avete capito come mai vi ho raccontato questa storia così cazzuta!!

Adesso, alla tenera età di 27 anni (poi non vi dico più niente di me, altrimenti finisce che vi metto il solito profilo che c'è sui siti... oroscopo, quello che mi piace quello che no, quanto peso, i mio colore preferito, cosa mangio cosa bevo quando faccio la cacca e cose di questo genere che non frega niente a nessuno e si mettono solo quando uno non sa cosa scrivere)... insomma, dicevo che mi piace pensare che il mio migliore amico è ancora lo stesso e il mio gruppo preferito anche... cosa volete che vi dica, forse quando si è piccoli ci si vede più chiaro di quando si è grandi (e poi chi l'ha detto che adesso sono grande... forse perché i cd ora li compro!?!)

Dopo aver consumato quella cassetta e anche il walkman la storia è semplice e scontata (così vi risparmio un po' di righe) e alla fine finisco per suonare in un gruppo tributo ai Pink Floyd: non mi ricordo più quanti anni avevo quando sono entrato nella sala prove degli allora "Delta sound", probabilmente sedici, mah, però mi ricordo bene che Alberto (il nostro David Gilmour) ancor prima di salutarmi mi sfotté per la capigliatura punkeggiante (meno male che i capelli non sono un ricordo anche se adesso li porto un po' più composti e non a mò di ananas come mi dissero!).

Questo in breve è l'inizio... in mezzo ci sono stati i soliti trascorsi di tutti i gruppi: concerti all'inizio pochi e prove tante, amori (legati alla musica e non), litigi (sempe legati alla musica e non), cazzate... tante!, notti passate a registrare quando i sani di mente andavano a ballare, gli innumerevoli amplificatori e chitarre di Alberto (che appena comprati suonavano da dio e dopo due mesi non erano neanche la metà di quello che stava per comprare), l'anno di militare, momenti di esaltazione perché la gente ti chiedeva il bis in un barettino in culo ai lupi, prestazioni vocali e non del nostro cantante (lui sa, non lo metto per violazione della privacy, ma se volete chiedete a lui dopo i ns. concerti)... insomma tanti bei momenti... ma adesso mi piace vivere e parlare del presente.

Da poco faccio di nuovo parte di questo gruppo di pazzi, persi per i Pink Floyd con l'entusiasmo e la determinazione che solo chi ama la musica può avere... non voglio aggiungere altro, se volete i concerti li verrete a vedere Voi di persona, voglio solo puntualizzare che questo gruppo si esibisce con l'unico scopo di trasmettere al pubblico quello che noi sentiamo per un gruppo così unico come lo sono i Pink Floyd... e con l'intento di non scendere a compromessi su alcun dettaglio musicale; per una volta mettiamo da parte le filosofie (se ce ne sono) da cover band (come ce ne sono tante, anche che fanno Pink)... chi i Pink Floyd li conosce ha già capito... a proposito... Is there anybody out there?!